Prova i nostri servizi, trova il Centro Epilzero più vicino a te.

Sedute laser ogni 30 giorni al posto della ceretta? AHI AHI AHI

Hai deciso di eliminare i peli superflui grazie all’epilazione progressiva permanente e stai facendo sedute laser ogni 30 giorni?

In questo articolo voglio essere il più sincero e “magari” BRUSCO possibile:

Ti stanno rubando i soldi ed i peli non se ne andranno!

Spero di non aver urtato la tua sensibilità, ma onestamente parlando sono stanco di tutte le bufale e le truffe che girano nel mondo dell’epilazione permanente.

Sono ormai 15 anni che lavoro nel settore dell’ EPILAZIONE PROGRESSIVA PERMANENTE, e quando sento delle donne che affermano che “il laser non funziona”, mi sale un nervoso senza confine.

Le sedute laser sono inefficaci se non sai come farle!

E uno dei campanelli di allarme che dovrebbe farti drizzare le antenne è:

LA FREQUENZA DELLE SEDUTE LASER

 

Analizziamo insieme le parole EPILAZIONE PROGRESSIVA PERMANENTE:

EPILAZIONE :l’asportazione del pelo nella sua interezza fino al bulbo o nella inibizione della sua crescita o ricrescita.

PROGRESSIVA :in modo progressivo (detto ancora più facile “SEMPRE DI PIÙ”)

PERMANENTE :che i peli trattati non ricresceranno più!.

 

Dopo questa semplice analisi di italiano spiccio riportiamolo a noi:

 

Se stai facendo sedute laser ogni 30 giorni al posto della ceretta cosa ci sarebbe di PROGRESSIVO nell’EPILAZIONE che ti stanno facendo?

Non serve che rispondi, te lo ripeto io:

NIENTE!!!!

Sedute laser EFFICACI devono avere come primissimo risultato di allungare i tempi di ricrescita dei peli delle zone trattate.

Nei Centri Epilzero non correrai mai il rischio di dover fare sedute laser ogni 30 giorni, e ti spiego perché:

  1. Utilizziamo un metodo esclusivo di DERMOEPILAZIONE RADICALE PERMANENTE
  2. Facciamo preparare la pelle prima di ogni seduta
  3. Diamo una GARANZIA SCRITTA DI RISULTATO

 

Stanca di NON risolvere il problema dei peli superflui con sedute laser mensili?

 

Non ti resta che richiedere un coupon per la prova gratuita:

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin